Brands
Segments
Application place
Installation type
Finish / Colour
Series
No results.

Favorites

Print favorites

Series on list

Products on list

Ihre Merkliste

Product Name
Brand
Segment
Series number
Description
[contact-form-7 404 "Not Found"] [contact-form-7 404 "Not Found"]

INVESTIMENTO BRILLANTE

Dallo scorso autunno, nel nostro stabilimento per la produzione dei rubinetti abbiamo messo in funzione una nuova macchina per colatura a bassa pressione. Perché? Rispetto all’impianto precedente, la potenza di fusione è maggiore e consente di lavorare l’ottone grezzo più velocemente, di mantenere il processo produttivo a un livello più stabile e di ottenere una qualità ancora migliore.

La nostra vecchia macchina per colatura a bassa pressione ha reso un ottimo servizio per 19 anni. Durante i primi nove anni è stata utilizzata nella fabbrica di Carouge, per poi essere trasferita nel nuovo stabilimento produttivo di Laufen dove è rimasta in uso per dieci anni. Nel quadro della nostra pianificazione continua degli investimenti e per far fronte alle sfide future, abbiamo deciso di sostituire il vecchio impianto. Il produttore era chiaro fin dall’inizio. All’acquisto di un’altra macchina per colatura, i suoi ingegneri ci avevano già convinto grazie alle loro competenze e conoscenze specialistiche.

Investimento nella piazza economica svizzera

In primo luogo, abbiamo valutato le nostre esigenze con i professionisti del produttore. Il nostro collaboratore Mahmut Eskitürk ha svolto un ruolo chiave in questo processo. Dal 2019 dirige il reparto di realizzazione delle anime e dalla scorsa estate utilizza la nuova macchina per colare. Dopo la formazione in Germania come maestro di fonderia, ha seguito diversi corsi di perfezionamento e durante la sua carriera professionale ha maturato molta esperienza nella direzione di progetti analoghi. Le sue conoscenze delle sfide da affrontare nell’uso quotidiano della macchina sono state molto preziose per noi. Mahmut ricorda con piacere il primo incontro e le successive riunioni di progetto. «Lavorare in un team internazionale era un’esperienza del tutto nuova per me. Inoltre ho imparato tante cose nuove sulla fusione in conchiglia.» Una volta chiarite le esigenze, tutto è proceduto molto rapidamente. La macchina è stata progettata e costruita a luglio 2019 presso il produttore, dove il nostro team di progetto ha eseguito il collaudo preliminare e il controllo del funzionamento. Dopodiché la macchina è stata smontata, caricata su due camion e trasportata a Laufen, dove è stata installata e messa in esercizio ad agosto 2019. Dopo una prima fase di produzione, sono stati apportati alcuni piccoli miglioramenti. Da quel momento la macchina funziona a meraviglia e il nostro obiettivo di ottenere maggiore flessibilità, stabilità e una qualità dei prodotti ancora superiore può dirsi raggiunto. Un risultato merito anche di una dotazione speciale che consente di effettuare valutazioni trasparenti. Ora siamo in grado di documentare i parametri di regolazione con la massima precisione e di consultarli in qualsiasi momento per un’analisi dettagliata degli errori.

Con questo investimento dimostriamo chiaramente il nostro impegno a favore della piazza produttiva e aziendale svizzera.

Lavoro di squadra fra l’uomo e la macchina

Mahmut Eskitürk è fiero della «sua bambina» e ne parla con entusiasmo: «La vecchia macchina era idraulica, questa è elettrica e ha una potenza di 125 kilowatt. I parametri come ad esempio le temperature e la pressione di colata sono più costanti. La potenza di fusione è più elevata e possiamo lavorare molto più velocemente l’ottone grezzo fuso, che tra l’altro mescoliamo con fino al 30% di materiale riciclato. Da una colata all’altra ci vuole meno di un minuto. Grazie alla maggiore potenza del forno e alla dimensione più grande dell’attrezzo, adesso posso fondere tutti i prodotti usando la stessa macchina. Inoltre, la qualità dei pezzi è decisamente superiore, perché posso controllare e monitorare meglio i parametri di fusione.»

La produzione della rubinetteria in breve

Ricerca e sviluppo
A partire dalle proposte dei designer realizziamo i modelli virtuali tridimensionali del nuovo rubinetto. Sulla base dei relativi dati, con la stampa 3D o la stereolitografia produciamo un prototipo che in seguito utilizziamo per eseguire diverse prove di ergonomia e funzionalità.

Attrezzeria
Nella nostra attrezzeria produciamo i grandi utensili per la fonderia, le casse d’anima e le conchiglie.

Realizzazione di anime in sabbia
La sabbia al quarzo mescolata con un legante viene pressata o versata in una cassa per l’anima in sabbia preriscaldata a 250 °C. Dopo soli 20–40 secondi, il pezzo solidifica ed è possibile estrarre l’anima in sabbia.

Fusione in conchiglia a bassa pressione
L’anima in sabbia viene collocata manualmente nella conchiglia in modo che occupi gli spazi che dovranno restare vuoti. La conchiglia viene posizionata e l’ottone liquido viene iniettato al suo interno con una bassa pressione (0.5 bar) a una temperatura di colata di circa 990 °C. Una volta prelevati, i pezzi fusi sono sottoposti a controlli della qualità a campione. Il pezzo fuso è composto dal corpo del rubinetto, dal canale di colata (punto di ingresso del metallo nella conchiglia) e dalla materozza (punto di uscita).

Dissabbiatura
I pezzi fusi vengono puliti in un impianto sotto pressione con sfere d’acciaio, rimuovendo completamente la sabbia. La materozza e il canale di colata vengono segati a mano, fusi nuovamente e quindi reintrodotti nel ciclo del materiale.

Lavorazione meccanica
Il rubinetto viene lavorato meccanicamente in un serraggio e le sue dimensioni vengono controllate e documentate in un verbale di misurazione. Nell’impianto di pulizia i pezzi fusi sono sciacquati con l’acqua, sgrassati e le particelle di metallo vengono rimosse. In seguito verifichiamo la tenuta di tutti i pezzi.

Molatura
Moliamo i pezzi fusi con nastri abrasivi di grana diversa (levigatura preliminare / rettifica di finitura). A seconda del modello, eseguiamo questa operazione a mano o con l’ausilio di robot.

Lucidatura
I pezzi vengono lucidati a macchina e a mano fino a raggiungere la perfezione. In preparazione al trattamento galvanico, controlliamo la superficie di ogni singolo pezzo.