Brands
Segments
Application place
Installation type
Finish / Colour
Series
No results.

Favorites

Print favorites

Series on list

Products on list

Ihre Merkliste

Product Name
Brand
Segment
Series number
Description
[contact-form-7 404 "Not Found"] [contact-form-7 404 "Not Found"]

RETROSPETTIVA LIVING KITCHEN 2019

Quale sarà il design della cucina di domani e come influenzano le tendenze alimentari le tecnologie future usate in cucina? Alla Living Kitchen 2019 di Colonia produttori e designer hanno esposto le loro visioni sulla vita del futuro.

Dal 14 al 20.01.2019, alla Living Kitchen di Colonia, 217 espositori provenienti da 28 nazioni hanno dimostrato quanta qualità, forza d’innovazione e gusto per il design possa offrire il settore. Con una quota di espositori stranieri del 53%, la fiera ha avuto una portata decisamente internazionale. Con un’eccellente varietà di proposte centrate sul tema della cucina in tutti i suoi aspetti, la fiera è stata caratterizzata dalla presentazione di innovazioni e anteprime mondiali di nuovi mobili da cucina, elettrodomestici e accessori e da un interessante programma di eventi, attraendo un elevato numero di visitatori in tutte le giornate del salone.

Mostra temporanea «Future Design»

«In un domani non lontano preparare un pasto con gli amici sarà un vero lusso.»
Alfredo Häberli
Designer

Il celebre designer svizzero Alfredo Häberli ha esplorato il tema della cucina di domani per l’allestimento della mostra temporanea «Future Design», concentrandosi sull’aspetto del «degrowth», cioè l’appello alla decrescita, a un uso accorto delle risorse e alla decelerazione della vita quotidiana.

 

Grazie ad arwa e a Samsung i visitatori hanno potuto vivere anche virtualmente, con un’esperienza di realtà aumentata, gli arredi per la cucina e una serie di elettrodomestici progettati da Häberli in prospettiva della cucina del futuro.

«Sense & Sensuality»: A kitchen for the near future by Alfredo Häberli

Il «cibo» simboleggerà, anche in un futuro molto prossimo, la nostra idea di «vita», in quanto l’approvvigionamento alimentare, la preparazione e l’assunzione di cibo saranno plasmati da norme culturali e sociali e assurgeranno a segno distintivo della cultura propria dell’uomo; il cibo e le esigenze alimentari sono il punto di partenza di tutti i manufatti umani e riflettono esemplarmente l’evoluzione della nostra civilizzazione. Già oggi assistiamo a fenomeni quale la costante crescita demografica, il cambiamento climatico e lo scarseggiare delle risorse, che fanno emergere domande sempre più delicate e problematiche sotto l’aspetto dell’alimentazione.
Che cosa rimarrà della parte più sensuale del mangiare quando i nostri alimenti saranno prodotti in laboratorio e ci si ridurrà a reperire le proteine ad esempio da allevamenti di insetti? In che senso possiamo interpretare la trasformazione dell’atto del cucinare a pura autocelebrazione e lusso edonistico? Quale aspetto avrà la cucina del futuro quando le generazioni più giovani si confronteranno con lo spreco alimentare?

Questi pensieri sono un aspetto rilevante del discorso odierno. Con questo progetto Alfredo Häberli desidera riportare lo spazio «cucina» e la preparazione dei cibi al centro dell’interesse dell’uomo e della sua percezione. La cucina come officina e anima della casa è l’elemento di giunzione degli spazi abitati circostanti e pertanto delle attività culturali annesse e viene così a costituire lo spazio per «Sense & Sensuality».